Blog: http://enzocumpostu.ilcannocchiale.it

LE SOLUZIONI CI SONO

Massama_Oristano
 
( il carcere di Massama (OR) fonte foto: internet)
 
Che la situazione negli istituti penitenziari della Sardegna sia intollerabile ed esplosiva sia per la popolazione carceraria sia per gli agenti della polizia penitenziaria  e, nello specifico, in alcuni penitenziari è notizia assolutamente non nuova, rimarcata e ri-evidenziata in questi giorni non solo da parlamentari isolani, politici locali e sindacalisti stampa compresa ma soprattutto dalla notizia del trasferimento di ben settanta pericolosi detenuti appartenenti alla créme dell'apci verticistico delle principali organizzazioni criminali italiane. 
Massama non è un istituto penitenziario adatto né tantomeno si presta l'area circostante a questo piccolo paesino e più in generale tutto l'oristanese ad accogliere gli stati maggiori del crimine naazionale, con tutti i rischi che conosciamo relativamente ad una maggiore attività di infiltrazione nel tessuto socio-economico nel territorio.
 
E delle volte occorre, necessariamente, essere ripetitivi con un semplice quesito: è possibile secondo voi unire le progettualità e finalità di un parco regionale e naturale importantissimo nell'interro Mediterraneo come quello sull'isola dell'Asinara con la rapertura in una parte dell'isola di una struttura penitenziaria di massima sicurezza sorvegliata a terra, in mare e negli spazi aerei onde evitare qualsivoglia possibilità di fughe? Secondo me si e lo sanno molto bene la Cancellieri e tutti gli altri titolari dei dicasteri interessati: Giustizia e Difesa nonché Ambiente, Regione Sardegna compresa. 

Pubblicato il 3/10/2012 alle 9.56 nella rubrica Politica regionale.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web