Blog: http://enzocumpostu.ilcannocchiale.it

LA SCOPERTA DELL'ACQUA CALDA

Ho sempre sostenuto che se noi sardi avessimo avuto la stessa forma mentis e la stessa intraprendenza, iniziativa, combattività, tenacia ma anche voglia di lavorare nonché capacità di sfruttare la risorse a disoposizione la Sardegna non sarebbe stata, allo stato delle cose, in queste condizioni: questa ricerca de "Il SOle 24 Ore" non ci dice niente di nuovo rispetto a quanto già era a nostra conoscenza: è solo una conferma. Ovviamente nel nostro quadro generale risaltano eccezioni e non sono poche di straordinarie capacità risolutive ad ampio spettro.

Le carte in regole le abbiamo: territorio, paesaggistica, risorse naturali ed umane; abbiamo quasi milleottocento chilometri di costa tutta intorno all'isola e smettiamola con la stioria delle servitù militari: anche loro producono benessere e in questo senso la NATO dovrebbe impegnarsi un pochino di più tra Capo Frasca, Capo Teulada e Perdasdefogu e tutto il Salto di Quirra con il suo PISQ.

E' vero: la crisi è generalizzata, diffusa a tutti i paesi della Comunità Europea, di riflesso gli effetti provocati qualche annetto fa dalla videnda dei mutui subprime statunitensi con il suo "effetto domino".

Ma la Sardegna e così anche l'Italia sono come gatti dalle sette vite e credo che la capacità di uscir fuori dal baratro che sta portando a massici flussi migratori verso altri stati europei e oltreoceano si troverà. Si deve trovare.
Qualità della vita: Bolzano prima nell'anno della crisi      CLICCA A SINISTRA      

Pubblicato il 27/11/2012 alle 9.44 nella rubrica Politica regionale.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web